PRATICA DEL
BENESSERE
OTTIMALE


Stile Alimentare
Attività fisica
Integrazione

“BENESSERE OTTIMALE”
STILE COMPLETO

È l’addizione perfetta. Uno stile che unisce e armonizza i 3 fondamenti del benessere.

Lavoro, famiglia, relazioni, stress, problemi più o meno importanti, ritmi incalzanti, …ecc.. Il rischio è di perdere totalmente il focus su ciò che conta di più e che dovrebbe essere una priorità: il proprio benessere fisico e mentale.

Spesso mi sento dire: “Non ho tempo per queste cose”, “Per riuscirci bisogna crederci”, “Prima o poi mi metto in riga, ma ora non riesco…”, ecc. … Considerare il proprio benessere come secondario, una perdita di tempo (perché è più comodo darlo per scontato) e continuando a giustificarci, dimentichiamo che senza benessere tutta la vita si complica, la nostra e quella di chi ci sta vicino.

Perché trascurare questi aspetti? È davvero per mancanza di tempo o incapacità che non si fa nulla o troppo poco per supportare e mantenere il proprio “star bene”?

Ma se non sono malato, perché dovrei fare qualcosa? Perché l’assenza di malattia non è sinonimo di pieno benessere ma di un livello più basso e spesso insufficiente a sostenere le esigenze e i ritmi imposti dal mondo attuale.

Tu come sei e come ti senti veramente?


Certo, bisogna scardinare e rimuovere opinioni infondate, pregiudizi, preconcetti, spegnere la TV e impegnarsi in prima persona a conoscere e capire come stanno davvero le cose, perché siamo tutti i primi responsabili del nostro benessere. Nessun’altro può esserlo al nostro posto. Al contrario il malessere non si può e non va autogestito ma solo delegato al medico o allo specialista. Nella nostra società c’è ancora molta confusione su cosa sia meglio, se impegnarsi per restare in salute o attendere di perderla sperando di sfuggire al malessere. Purtroppo è molto diffusa la seconda e si preferisce ancora aprire gli occhi solo quando il “fastidio” diventa insopportabile o preoccupante.

OPINIONI A CONFRONTO:

Nella mia esperienza ho incontrato tante opinioni sul benessere che ho riassunto in tre macro-gruppi principali:

1 – Chi pensa che basti l’alimentazione, trascura l’attività fisica ed esclude l’integrazione.

2 – Chi pratica attività fisica, cura meno l’alimentazione (solo in funzione di eventi sportivi) ed esclude o “pasticcia” con l’integrazione.

3 – Chi crede che basti integrare senza mettere in discussione lo stile alimentare e senza praticare attività fisica.

Molto più diffuse le opinioni “miste” che abbracciano due di quelle appena descritte:

1 – Chi cura l’alimentazione e pratica attività fisica ma esclude l’integrazione.

2 – Chi pratica attività fisica e “integra” ma cura molto meno l’alimentazione.

3 – Chi cura l’alimentazione e integra ma pratica attività fisica intensa.

Un confronto di opinioni che diventa facilmente scontro e che lascia ognuno convinto della propria idea, senza aprirsi ad ascoltare, approfondire e valutarne altre (senso unico).

Esiste però la soluzione capace di dare grandi benefici e di mettere tutti d’accordo. Non è la mia opinione o l’opinione di qualcuno, ma uno stile di vita collaudato ed efficiente che contiene tutti e tre i fondamenti: alimentazione sana ed equilibrata, attività fisica costante, salutare, moderata e integrazione alimentare consapevole. Questo è il segreto del “Benessere Ottimale”: lo stile forte, potente, resistente, duraturo.

ALIMENTAZIONE – INTEGRAZIONE – ATTIVITÀ FISICA


Grazie alla confusione diffusa, non è semplice occuparsi del proprio benessere per chi ha poca o nessuna consapevolezza, con evidenti difficoltà a orientare e migliorare le scelte. Anche per questo esiste una figura specifica di consulenza, capace di informare e supportare chi vuole conoscere, capire la realtà e imparare a fare le migliori scelte salutari, senza diventare fanatico o estremista ma semplicemente più consapevole e libero dai condizionamenti.


CHIEDI UNA CONSULENZA

Don`t copy text!
×

Contatta il Consulente su WhatsApp

×